• Dalla ricerca all’innovazione

  • Un supporto concreto per le aziende

  • Servizi di analisi su misura

Non tutti i microbi vengono per nuocere, anzi..

Oggi, 27 giugno 2018, è il primo World Microbiome Day, fortemente voluto da APC Microbiome Ireland, istituto di ricerca dell’Università College di Cork (Irlanda). L’obiettivo della giornata mondiale del microbioma è quello di far conoscere a tutti il vivace e variato mondo dei microbi (batteri,fughi, virus) e incoraggiare il dialogo pubblico sulla loro importanza per la salute umana, animale e ambientale.

Cos’è il microbioma?

Spesso il termine microbioma viene erroneamente usato per riferirsi all’insieme di microorganismi che popolano un essere vivente o una parte di esso. Tuttavia il termine corretto da utilizzare in questo caso è “microbiota”. Con microbioma si intende invece la totalità del patrimonio genetico posseduto dal microbiota, cioè l’insieme di tutti i loro geni.

Microbi buoni e microbi cattivi

Quasi tutti, fin da piccoli, siamo stati abituati ad associare microbi e batteri ad un immagine negativa. Niente di più sbagliato! I microbi “cattivi”, causa di malattie e infezioni, sono solo una piccola parte del variato mondo nascosto che ci circonda. I microbi sono ovunque e non solo convivono a stretto contatto con noi ma sono indispensabili per la nostra sopravvivenza e per la vita di tutto il nostro ecosistema.

Preservare la vita e la diversità dei microrganismi è fondamentale tanto quanto contrastare quelli “cattivi”, basti pensare agli effetti benefici che l’assunzione di probiotici (microrganismi buoni) può avere sulla nostra salute. Proprio per questo motivo l’utilizzo di sostanze troppo aggressive o l’abuso di antibiotici può divenire controproducente.

Studiare il microbioma: dalla scienza all’applicazione

Microbioma personaLa scoperta del microbioma umano ha rappresentato una svolta nella concezione dell’uomo; fin dai primi studi è stato evidente come questi organismi, che coabitano il nostro corpo e ne condividono il destino, possono anche influire notevolmente sulla qualità della vita stessa. Diversi studi correlano il microbioma allo stato di salute dell’ospite, facendo così dell’analisi del microbioma una nuova frontiera della medicina. I microbi possono potenziare il sistema immunitario e prevenire malattie, ma anche determinare il nostro peso e quanto siamo felici o ansiosi.
Conoscere i microrganismi che colonizzano i diversi organi può essere un valido strumento per fare non solo medicina o nutrizione personalizzata, ma anche cosmetica di alto livello.

microbioma teritorio Senza dimenticare inoltre la relazione tra microbioma e ambiente, fortemente coinvolta nelle sorti degli ecosistemi, determinante ad esempio nell’interazione tra piante e territorio. Recenti studi evidenziano come una forte correlazione esista tra il microbioma del territorio e quello delle piante, per esempio le piante da frutto, determinando così un impatto anche nel cibo. Sempre in campo alimentare, il microbioma ha un importante ruolo in diverse produzioni, basti pensare ai prodotti fermentati. La scienza ha fatto passi da gigante, fornendo all’uomo già numerosi spunti di applicazione per la medicina, cosmetica, nutrizione, produzione alimentare, etc.
Nonostante ciò, tanti aspetti sono ancora da chiarire per conoscere al meglio il ruolo di questi organismi che si rivelano sempre più utili a conoscere il mondo dentro e intorno a noi.

 

HANNO SCELTO FEM2-AMBIENTE

 

Logo Giuliano
Zafferano Elenico Identificazione Genetica
Logo Epo
LOGO ALPIZOO
1cf582443270320f602aba13af703a94
Logo FOS Fondo Trasparente
Provetlab Analisi Veterinarie

 

CONTATTACI!