• English
  • Dalla ricerca all’innovazione

  • Un supporto concreto per le aziende

  • Servizi di analisi su misura

Archivio Autore

Le proprietà della Nigella sativa e le possibili adulterazioni. 

La Nigella sativa è una pianta originaria dei paesi dell’Europa sudorientale e meridionale e del Vicino Oriente, impiegata in cucina e ampiamente utilizzata in fitoterapia e omeopatia. Questa viene usata come antibiotico e antinfiammatorio naturale ed è possibile trovarla in tè, sciroppi per la tosse, unguenti per ferite, oli per massaggi e altri prodotti cosmetici.

Le proprietà benefiche della Nigella sativa sono conosciute fin dall’antichità. Già gli  antichi Egizi utilizzavano l’olio essenziale da essa ricavato per le sue proprietà emollienti, nutritive e lenitive.

La Nigella sativa è anche conosciuta come cumino nero, seme nero, fiore di finocchio, coriandolo romano, e fiore di noce moscata.  La presenza di questa moltitudine di nomi comuni può creare molta confusione, poiché si riferiscono anche a piante e spezie comuni come ad esempio il cumino (Cuminum cyminum), il cumino dei prati (Carum carvi), il finocchio (Foeniculum vulgare), il coriandolo (Coriandrum sativum) e la noce moscata (Myristica fragrans).

Leggi Tutto

Casi di intossicazione in provincia di Napoli, non era mandragora.

Massima allerta nel Napoletano dove, nella notte tra il 5 e il 6 ottobre, cinque persone si sono recate in ospedale accusando problemi intestinali, allucinazioni e dolori intensi dopo aver consumato un piatto di spinaci. Ad oggi le persone ricoverate sono una decina, alcune delle quali in gravi condizioni.

Inizialmente i sospetti sono ricaduti erroneamente sulla mandragora (Mandragora autumnalis), un’erba perenne della famiglia delle Solanacee (come i pomodori, le melanzane e i peperoni) originaria delle regioni mediterranee. La mandragora fiorisce in primavera e in autunno emettendo nuovi fiori e nuove foglie che possono essere scambiate per spinaci o biete. 

Leggi Tutto

Estate e caprese: accoppiata vincente, ma attenzione alle bufale. Dalla ricerca arriva l’analisi che distingue il latte di bufala da quello vaccino

Dopo una lunga estate di controlli rafforzati, è arrivata l’operazione di sequestro di oltre 50 chilogrammi di falsa mozzarella di bufala campana DOP e di altri prodotti alimentari scaduti.

Gli agenti vigilatori del Consorzio di Tutela sono stati coinvolti in un’operazione congiunta a Milano, condotta con i Carabinieri del Reparto Tutela Agroalimentare di Torino, che ha smascherato un caseificio che utilizzava abusivamente la denominazione della Mozzarella di bufala campana Dop. Il produttore, con punti vendita in Campania e Lombardia, spacciava per Bufala Dop una mozzarella realizzata con un misto di latte vaccino e bufalino. Aveva addirittura riprodotto il logo del Consorzio senza autorizzazione.

Leggi Tutto

Report ICQRF 2021: nonostante la pandemia, il Made in Italy alimentare è da primato. Anche le biotecnologie al servizio delle aziende per la lotta alle frodi

Oltre 60mila controlli, 955 interventi fuori dei confini nazionali e sul web a tutela delle Indicazioni Geografiche, 5,5 milioni di chilogrammi di merce sequestrata, per un valore di oltre 9 milioni di euro. Su 33.404 operatori ispezionati e 62.316 prodotti controllati, le irregolarità hanno riguardato il 15,9% degli operatori, l’11,6% dei prodotti e il 9% dei campioni analizzati. Questo è quanto emerge dal resoconto sulle attività svolte dall’Ispettorato Centrale della tutela della Qualità e della Repressione Frodi dei prodotti agroalimentari (ICQRF), della stagione 2021.

Leggi Tutto

Il ginseng va forte sul mercato, ma attenzione al contenuto.
Il DNA barcoding contro l’adulterazione.

Il ginseng è considerato da millenni un rimedio naturale popolare in Asia (Panax ginseng) ed è diventato una vera fonte di profitto in Canada e Stati Uniti (Panax quinquefolius).
Le origini del termine ci dicono molto sulla forte e duratura relazione tra questa pianta e l’uomo. Il termine “Panax” ha origine greca, da παν ἀκέια (pan=tutto, akèia=rimedio), ossia rimedio per tutti i mali, da cui deriva la parola latina “panacea”, mentre “Ginseng”, in lingua cinese, significa “Pianta dell’uomo”.
Il ginseng vanta diverse specie, le più diffuse tra queste sono il Ginseng cinese (Panax ginseng) e il Ginseng americano (Panax quinquefolius). Alla lista, si aggiungono il Ginseng giapponese (Panax japonicus) e il Ginseng vietnamita (Panax vietnamensis).
Molti sono gli effetti benefici attribuiti a questa pianta, come le proprietà anti-stress e antiaging e il miglioramento del sistema centrale e immunitario, mentre le controindicazioni e le avvertenze sui dosaggi scarseggiano anche a livello scientifico.

Leggi Tutto

Tracciabilità alimentare e analisi del DNA: Presentiamo il nostro lavoro a due conferenze internazionali

Nel mese di maggio nelle città di Londra e Sofia hanno avuto luogo due interessanti eventi sul tema del DNA. 

Tra il 18 e il 20 maggio si è svolta “London Calling” la conferenza annuale di Oxford Nanopore dove gli utenti di questa tecnologia di sequenziamento DNA/RNA si sono riuniti  per condividere e discutere dei propri lavori.

Dal 25 al 27 si è tenuta invece la conferenza internazionale sul DNA barcoding e la biodiversità. L’evento ha riunito esperti impegnati nello studio della biodiversità, della tassonomia e nell’implementazione di tecnologie genetiche.

Leggi Tutto

Il  22 maggio si celebra la biodiversità! 

Domenica  22 maggio è la Giornata internazionale per la biodiversità. L’evento,  istituito nel 2000 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, vuole celebrare l’adozione della Convenzione sulla Diversità Biologica, firmata nel 1992, e si pone l’obiettivo di aumentare la consapevolezza riguardo alla diversità biologica del nostro Pianeta e alla sua tutela.

Il tema scelto per il  2022 è “Costruire un futuro condiviso per tutta la vita”. Lo slogan vuole ricordare che la  biodiversità deve essere alla base della pianificazione degli interventi per uno sviluppo sostenibile, indispensabile per il nostro futuro. Questa è fondamentale per la tutela delle risorse naturali, per il clima, per la sicurezza alimentare e idrica, per la nostra sussistenza e per la nostra salute. È stato infatti dimostrato che la mancanza di biodiversità potrebbe aumentare le zoonosi, malattie trasmesse dagli animali all’uomo. Tutelare la biodiversità significa, quindi, poter prevenire pandemie future, come quella causata dal COVID-19.

Leggi Tutto

Estratto di gardenia venduto come zafferano, una truffa da 3 milioni di euro.

Negli scorsi mesi la Guardia Civil ha concluso un’operazione sul territorio spagnolo che ha portato all’arresto di 11 persone con l’accusa di commercializzare estratto di gardenia etichettato come zafferano. La  frode avrebbe portato nelle casse delle tre aziende indagate oltre 3 milioni di euro di profitto.  

L’estratto di gardenia ha delle caratteristiche cromatiche molto simili a quelle dello zafferano in polvere, infatti il suo utilizzo come colorante alimentare giallo è molto diffuso. 

Il suo valore tuttavia differisce notevolmente da quello dello zafferano. Quest’ultimo è infatti un prodotto molto delicato, la raccolta deve essere quindi eseguita esclusivamente a mano, nelle prime ore del giorno e la sua fioritura dura per un brevissimo tempo. La raccolta della gardenia può essere invece effettuata  in maniera intensiva con un costo 10 volte inferiore rispetto a quella dello zafferano. 

Leggi Tutto

Etichettatura errata dei prodotti ittici: il caso di Singapore 

L’errata etichettatura dei prodotti è un problema crescente e riconosciuto nel settore ittico. L’aumento della richiesta, le lavorazioni che portano alla perdita delle caratteristiche morfologiche distintive delle diverse specie e una catena di approvvigionamento globale e complessa sono aspetti che possono facilitare l’insorgere di errori in tutta la filiera produttiva. 

La sostituzione, più o meno accidentale, di specie ittiche ha un forte impatto non solo dal lato economico ma anche sul fronte della salute dei consumatori.  Ad esempio tali errori possono portare al consumo accidentale di specie tossiche o contenenti elevati livelli di tossine ambientali

Leggi Tutto

CONTATTACI!

  • +39 02 64483375

    +39 02 64483375

  • info@fem2ambiente.com

    info@fem2ambiente.com

  • Piazza della Scienza 2, 20126, Milano (MI), Italy

    Piazza della Scienza 2, 20126, Milano (MI), Italy