• English
  • Dalla ricerca all’innovazione

  • Un supporto concreto per le aziende

  • Servizi di analisi su misura

Arnica montana e arnica messicana, come riconoscere le due specie?

L’arnica è una pianta officinale appartenente alla famiglia delle Asteraceae ampiamente utilizzata nel settore fitoterapico. Le sue numerose proprietà benefiche sono state riconosciute e sperimentate fin dall’antichità.

Conosciuta per la cura di infiammazioni articolari e muscolari, l’arnica può essere utilizzata anche in caso di traumi, stiramenti e punture di insetto e per questo motivo viene comunemente impiegata nella produzione di creme, gel e oli essenziali. 

In ambito fitoterapico vengono principalmente utilizzate due specie di arnica molto simili tra loro: l’arnica montana (Arnica montana L.) tipica delle zone montuose europee e l’arnica messicana (Heterotheca inuloides Cass) diffusa nelle zone dell’America centrale.

Le proprietà antiinfiammatorie di questa pianta sono state riconosciute in entrambe le specie, tuttavia l’arnica montana presenta principi attivi più forti rispetto alla messicana, oltre ad avere un valore commerciale superiore.

Per questo motivo poter selezionare correttamente la materia prima utilizzata nelle produzioni diventa un aspetto fondamentale. In questo modo sarà possibile evitare perdite economiche e acquisti errati ma anche assicurare la qualità e l’efficacia di un prodotto finito, garantendone gli effetti e benefici attesi.

Come distinguere le due specie?

Le due specie di arnica sono molto simili tra loro e riuscire a distinguerle non è semplice, ancora di più dopo la lavorazione. Per poterle riconoscere con esattezza è necessario ricorrere ad analisi di laboratorio.

Le analisi del DNA si dimostrano uno strumento particolarmente utile in questo ambito. Trattandosi di due specie differenti l’applicazione della tecnica del DNA barcoding risulta idonea in quanto è possibile individuare con efficienza il tratto genetico caratterizzante della specie. Tale segmento di DNA risulta infatti altamente discriminativo poiché tende a ripetersi in maniera molto simile tra tutti gli individui appartenenti alla medesima specie e, allo stesso tempo, a differenziarsi ampiamente tra specie differenti.

Il DNA inoltre ha la capacità di preservarsi in diverse condizioni fisiche e può quindi essere estratto sia da materiale fresco, essiccato o macinato. Ciò consente di identificare le due specie di arnica garantendo la qualità e la purezza dei prodotti immessi sul mercato aumentandone la sicurezza e prevenendo eventuali frodi ed errori.

Potrebbe interessati anche…

Il 27% dei prodotti erboristici nel mondo risulta adulterato, lo dice il DNA

L’utilizzo di prodotti erboristici in campo cosmetico e farmaceutico è una pratica sempre più diffusa ed apprezzata. Negli ultimi anni il mercato dei fitoterapici e quello della cosmesi naturale hanno subito un forte incremento. Il primo ha visto una crescita del 6,4% e vale oggi 2,5 miliardi, il 10% del fatturato del mercato farmaceutico, mentre il secondo copre più del 10% del mercato cosmetico italiano, con un valore di 1.050 milioni di euro (Cosmetica Italia Beauty report 2018) . Scopri di più

Tracciare la filiera delle erbe officinali, dal campo allo scaffale, con l’aiuto del DNA.

Secondo i dati pubblicati da Persistence Market Reasearch, il mercato degli integratori alimentari vegetali negli ultimi anni sta subendo un forte incremento tanto che si stima che nel 2025 questo potrà valere circa 65 miliardi di dollari. Scopri di più

HANNO SCELTO FEM2-AMBIENTE

Logo Giuliano
Logo Epo
Zafferano Elenico Identificazione Genetica
amitahc Italia S.r.l.
LOGO ALPIZOO
Roelmi HPC   Logo Esteso   2016 08 05
Logo FOS Fondo Trasparente
1cf582443270320f602aba13af703a94
Provetlab Analisi Veterinarie
Sardanelli
Swedencare
  • +39 02 64483375

    +39 02 64483375

  • info@fem2ambiente.com

    info@fem2ambiente.com

  • Piazza della Scienza 2, 20126, Milano (MI), Italy

    Piazza della Scienza 2, 20126, Milano (MI), Italy